Come diventare uno Chef famoso

Come diventare uno Chef famoso

by -
0 35

Diventare una start della cucina, non è poi così difficile.

 

La vita da Chef non è affatto rose e fiori, quello che vediamo in TV è solo la parte bella di questo mestiere. Chi fa questo lavoro sa di cosa sto parlando.

Si inizia sempre lavorando chiusi in una cucina per giorni interi, si è cosi attratti dall’imparare tutto il possibile, e l‘unica cosa che conta è portare il cibo migliore in sala, e di sicuro farlo meglio del cuoco accanto a te. Si lavora sempre quando tutti i tuoi amici hanno tempo libero, sabato domenica e nei festivi, perdendo l’occasione di stare con i tuoi amici e i tuoi familiari, a letto continui a pensare al tuo elenco di preparazione, la così detta mise en place anticipandoti il lavoro per il giorno dopo, si va avanti per anni, molti Chef Italiani che ho conosciuto in giro per il mondo  hanno iniziato come lava-piatti.

Poi viene la fase successiva, quando conosci tutte le tecniche e l’esperienza giusta, vi chiedono di cucinare qualcosa e lo si prepara,  meno domande e molti meno errori, non importa quanto sia folle la vostra lista di preparazione del giorno, la si prepara fiduciosamente. Altri cuochi iniziano a porti domande, a chiederti consigli e voi siete in grado di rispondere e guidare i giovani meno esperti,  sei ancora solo un cuoco, ma ti senti come se hai raggiunto il livello successivo e sei pronto per essere uno chef.

Molti amici che ho conosciuto si fermavano sempre a questo livello, semplicemente perché focalizzavano i loro sforzi a cucinare sempre meglio, ma per raggiungere un livello superiore bisogna imparare a diventare un leader, perché uno chef che deve guidare una cucina intera deve imparare a saper chiedere.

Diventare leader

Partiamo dal fatto che spesso in cucina c’è un aria di stress, un po per la pressione delle comande da preparare in poco tempo, un po per le troppe ore di lavoro, ma l’emozione dei lavoratori è sempre alterata e poco motivata, quindi se proprio vuoi diventare uno chef di alto livello è necessario che impari a motivare il personale, farti rispettare non per il tuo ruolo ma perché sei in grado di risolvere qualsiasi tipo di problema venga a presentarsi, e mantenere una calma apparente anche quando si sta per perdere il controllo della situazione. Ricorda che le persone a cui dedichi del tuo tempo per insegnargli i know-how del mestiere, ti saranno sempre grate, soprattutto se imparano divertendosi, a nessuno piace lavorare in stato di ansia da prestazione, e ricorda che tutti possono sbagliare, e solo quando inizi a gestire in maniera efficace i tuoi collaboratori che ti puoi definire uno chef, quindi fatti queste domande, sono felici gli altri collaboratori di lavorare con me? Gli insegno abbastanza da farmi rispettare? Mantengo la calma anche quando le cose si mettono nel verso sbagliato? In cucina si usa dire  “quando siamo nella merda”.
A questo punto
puoi gestire le ordinazioni con un gruppo di persone attive, determinate, felici di imparare e di conseguenza molto più produttive.  Si continua a spingere e verrai ricompensato dalle lodi che arrivano dalla sala, perché un emozione positiva attira un emozione positiva, mentre una negativa attirerà un ciclo di emozioni negative, tra lamentele dei clienti e piatti che tornano indietro perché sbagliati.

Crearsi il proprio team

La ricompensa nel mantenere una cucina motivata e allegra arriva dal fatto che, nessuno lascerà il lavoro senza avvisarti, i migliori ti seguiranno ovunque tu vada, e riuscirai a crearti il tuo team di vincenti, perché il vero segreto di uno Chef è il suo team.

A questo punto quando i proprietari avranno fiducia nei tuoi confronti, ti daranno  più responsabilità, che significa anche più libertà creativa e vi verrà data la possibilità di sperimentare e sviluppare uno stile personale con il cibo.

Crearsi un identità professionale sulla rete

Bisogna crearsi una presenza sulla rete iniziando da un sito web, e utilizzando in modo molto professionale i social media,  crearsi una pagina Facebook, un account Instagram e un canale YouTube, a questo punto quando hai tutto preparato devi creare i contenuti per i tuoi social, per aumentare il numero di persone che ti segue, puoi seguire guide sul come ottenere follower sulla rete, oppure affidarti a professionisti che seguiranno la  tua campagna marketing, ci sono ottime società che offrono un servizio di 300 Euro al mese, e farti diventare una star nel giro di un anno.

Approfittare dell’identità professionale

Oggi non importa se si esce in TV o meno, l’importante è che il nome dello Chef sia conosciuto,  con una presenza virtuale professionale. Otterrai facilmente lavoro nei più prestigiosi ristoranti del mondo, ricordatevi che siete sempre italiani. Dovete creare la vostra storia, il vostro personaggio, pubblicare ricette giornaliere ogni giorno, le foto dei vostri piatti più prestigiosi, video ricette divertenti, e soprattutto dovete imparare l’inglese perché uno Chef mondiale sarà sempre molto più famoso di uno Chef che parla solo l’italiano. Ci sono moltissimi altri modi per guadagnare con la vostra passione, creare corsi di studio, insegnare in qualche scuola, e non importa se hai un titolo di studio o meno, perché se sai cucinare, e i ristoranti che gestisci guadagnano grazie alle tue abilità, potrai diventare il personaggio pubblico che desideri. E’ fondamentale sviluppare una buona presenza sulla rete, fatto ciò, potrai partecipare a programmi televisivi, radio e a tante altre realtà, riuscendo, in questo modo, ad essere uno degli Chef più rinomati in Italia, in Europa e chi può dirlo, probabilmente anche nel mondo. Molti decidono di scrivere un libro di ricette prima della notorietà, una vecchia tecnica di marketing, e puoi benissimo immaginare quanti milioni di libri di ricette sia possibile trovare al mondo, e in questa vasta scelta, si preferisce sempre quello di uno Chef rinomato, per questo è necessario che crei una tua identità sul web, in questo modo sarà anche più probabile che ti venga proposta la pubblicazione da parte di qualche casa editrice, la cosa importante è crederci, credere di poter riuscire a dimostrare che la propria cucina ha qualcosa di speciale. Credere in se stessi è il segreto per ottenere tutto!